Archivi tag: enel open fiber

Che succede se bussi alla porta di Salvatore Lombardo e ti apre Giovanni Pitruzzella?

*** ATTENZIONE *** il mio articolo di oggi, condividete e like se vi è piaciuto.  dd

#INFRATEL #ENELOPENFIBER #VODAFONE #BANDAULTRALARGA

Bandi Infratel: Enel Open Fiber si unirà a Metroweb per acciuffare i soldi del Governo?
Stupisce che gli estremi per la partecipazione alla gara non appaiano cuciti su misura del grande favorito dal Governo: Enel Open Fiber.

di Dario Denni

A leggere i giornali sembra che i fondi messi a disposizione dal Governo per la copertura in banda ultralarga delle aree depresse, siano “soldi facili”.
E invece no.
Non è così facile “acciuffarli”. Nelle pieghe del bando si nascondono i requisiti essenziali per portare la fibra ottica nelle aree più remote del Paese.
E sono pochi gli operatori che potranno cogliere il grappolo d’uva maturo che pende dal ramo del giardino di Infratel. La maggior parte di essi, anzi i favoriti tra essi devono comunque studiare bene le strategie migliori per presentarsi il prossimo 18 luglio alla porta di Infratel, senza correre il rischio che si apra quella dell’Antitrust.

LEGGI L’ARTICOLO INTEGRALE SU KEY4BIZ 

Enel Open Fiber: operatore di lungo periodo o investitore finanziario?

Enel Open Fiber: operatore di lungo periodo o investitore finanziario?
Il pericolo piu’ grande è il massacro del mercato wholesale
Di Dario Denni

Enel Open Fiber è un esperimento di politica industriale intentato dal Governo in collaborazione con un partner privilegiato come Enel per la stesura della fibra ottica non solo nelle aree a fallimento di mercato, ma anche nelle aree piu’ ricche dove si verifica una concorrenza tra operatori infrastrutturati.

Molto spesso il focus è centralizzato sull’aspetto del risparmio che Enel Open Fiber potrebbe avere nella stesura della fibra ottica per via della sostituzione dei contatori, rispetto a un qualunque altro operatore – pure impegnato nello stesso business – che però è appesantito da una struttura di costi irrecuperabili legati ai lavori di scavo e senza il privilegio di poter godere di sinergie con settori economici attigui, come ad esempio quello elettrico.

LEGGI L’ARTICOLO INTEGRALE SU KEY4BIZ